mercoledì 28 marzo 2012

Cannolo croccante di noci alla crema di mozzarella di bufala campana






Lusingata dall’ invito di Albert Sapere a partecipare al Contest MSC Crociere e  Le strade della mozzarella, promosso in occasione dell’omonima manifestazione, mi sono lasciata prendere da un incredibile entusiasmo che mi ha fatto sentire al settimo cielo. Però dopo l’entusiasmo è subentrato un pizzico di sconforto, dovuto al fatto di come la pensi io riguardo la mozzarella.
Ho la mia “filosofia”, intoccabile e da sempre creduta incrollabile: per me la mozzarella va mangiata da sola, in purezza, senza pepe, senza olio, senza contorni né altri  accompagnamenti, almeno 5/7 ore dalla produzione.
Che ci posso fare? E’ solo così che me la godo!!!
Per me un piatto che abbia come protagonista la mozzarella è fatto solo con mozzarella.
Dopo lo sconforto, rendendomi conto di stare al limite con la scadenza, è iniziata per me una fase in cui mi sono data da fare per pensare a una ricetta che fosse fedele al tema del contest e che rispecchiasse anche il mio credo.
 Il mio obiettivo è stato quello di avere nella mia ricetta la mozzarella come ingrediente predominante nelle dosi e nel sapore. Poi gli altri ingredienti che ho usato richiamano l’alimentazione mediterranea, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
Veniamo ora alla spiegazione del nome. Il cannolo è l’involucro più sottile in assoluto che potesse contenere la mozzarella, ed essendo  aperto mi ha permesso di farcirlo da cotto senza dover far subire lo stesso procedimento alla mozzarella . Napoletano perché Napoli è un po’ a metà strada tra le due principali zone deputate alla produzione di mozzarella di bufala campana dop, tra le province di Caserta e Salerno, tra Battipaglia e Aversa, tra la piana del Sele e la Terra Felix. 
Tra queste due terre, tra l'altro, c’è una disputa tacita su quale sia la migliore : ma a me non importa; sono buone entrambe!
Napoli la vedo come il ponte tra le due terre, il punto di incontro di due meravigliose realtà. I napoletani, poi, sono dei grandi estimatori della mozzarella, essi sono disposti a fare persino 40 km pur di  arrivare in un caseificio dove possono trovare la vera mozzarella di bufala.
Visto che il nome della mia ricetta ha un'assonanza con il grande dolce siciliano, ho voluto omaggiare questa terra del mediterraneo completando la mia preparazione salata con dei colori che assomigliassero alla frutta candita. 
Ma veniamo ai dettagli:


Ingredienti

Per la crema di mozzarella
500 g di mozzarella di bufala campana dop
350ml di crema di latte
Per il cannolo
140g di farina 00
20g di farina di grano duro
35g di noci di Sorrento
20g di olio evo
1 cucchiaino di zucchero
½ cucchiaino di sale
1 uovo
Succo di ½ arancia tarocco
olio per friggere
Per completare
4 olive verdi di Gaeta
1 falda di peperone rosso

Preparazione
Innanzitutto preparare l’impasto per il cannolo. Mettere le due farine su un piano da lavoro, fare la fontana, aggiungere le noci tritate finemente al mixer, l’olio, il sale, lo zucchero, l’uovo e un po’ di succo d’arancia. Impastare bene e se occorre aggiungere altro succo d’arancia. L’impasto deve risultare elastico ma sodo. Avvolgere in una pellicola e far riposare a temperatura ambiente per 1 ora.
La mozzarella deve essere di due giorni. Tagliarla a pezzi grossolani, metterla in un colino con un peso sopra e farla asciugare per 30 minuti. Tagliarla a pezzi piccoli, passarla in un mixer, aggiungere la crema di latte e frullare finemente. A questo punto risulterà granulosa; quindi trasferirla in una pentola, metterla su fuoco dolcissimo, girare continuativamente e spegnere come appena diventa vellutata . A questo punto passarla attraverso un setaccio e se rimanessero dei residui solidi, riscaldare ulteriormente e passare di nuovo finché non si esaurisce tutta la crema.
Coprire e riporla in frigo a rassodare.
Per i cannoli. Dividere l'impasto in 4 pezzi, stenderli con la macchina per la pasta e ricavare delle sfoglie al  n. 5. Con un coppapasta  formare dei cerchi, avvolgerli intorno all'apposita forma per cannoli e friggere in abbondante olio uno alla volta stando attenti a una cottura dorata e uniforme.
Ridurre a brunoise le olive e il peperone arrostito e spellato, metterne poco più della metà nella crema di mozzarella e farcire i cannoli raffreddati. Guarnire con dei pezzetti di peperone e olive messi da parte.





Con questo post partecipo al contest: MSC Crociere e Le strade della mozzarella


E partecipo anche a "Il pesce d'aprile(Sembra una cosa ma ne è un'altra)"


http://verygoodrecipes.com/april-fool-challenge

20 commenti:

  1. Brava Antonietta! anche io condivido il tuo modo di gustare la mozzarella.. nuda e cruda! anche se io non sono esperta e grande conoscitrice come te, ed è raro che riesca a mangiarmi una mozzarella come si deve, delle tue parti.. sei stata bravissima a creare questa ricetta di cannoli salati! molto creativa, e chissà che bontà!!! bacioni!

    RispondiElimina
  2. Bellisimi questi Cannoli Antonietta, originali e inediti, gia' scrissi in un tuo precedente post della tua bravura nel creare ricette indite.
    Piatto da accademia della Cucina.
    Buona serata e a Presto

    RispondiElimina
  3. ricetta originalissima e favolosa, anche se devo dirti la verità anche per me la mozzarella ( assolutamente di bufala) va mangiata nature... è semplicemente perfetta nella sua inimitabile bontà!

    RispondiElimina
  4. condivido la tua filosofia... ma questi cannoli sono un trionfo di creatività!!! ciaoooo

    RispondiElimina
  5. non ho mai sentito di una crema di mozzarella, la ricetta mi stuoisce moltissimo. Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Bella versione salata dei cannoli,complimenti, sono davvero squisiti!Ciao

    RispondiElimina
  7. Straordinaria questa versione dei cannoli! Davvero molto bella e ben organizzata, brava :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovanni,è la seconda volta che mi capita che tento di commentare i tuoi post e mi dice che c'è un errore nel codice di sicurezza;eppure sono chiarissimi da identificare.Probabilmente il problema sarà altro.Comunque sappi che ci sono!

      Elimina
  8. eh si si...cara, concordo in pieno...la mozzarella...solo la mozzarella! l'adoro!
    qui da noi abbiamo anche delle ottime mozzarelle....! da piccola, mio padre ci portava in un caseificio di un paese rinomato per le mozzarelle, eh... quanto erano buone...le mangiavamo con le mani,erano dei bocconcini, sapessi che gusto!
    quando ho visto la foto, pensavo fossero davvero dei cannoli dolci siciliani! sei stata bravissima....anzi di più! davvero geniale...i cannoli di mozzarella!
    bacioni

    RispondiElimina
  9. ciao Antonietta,
    sono un piacere dolce da vedere e poi leggendo la
    ricetta diventano un piacere salato da gustare.
    Bellissima foto e molto molto belli i tuoi cannoli napoletani
    con una farcitura che è... passaci il termine una genialata!!
    Buon fine settimana Antonietta e
    a presto le 4 apine

    RispondiElimina
  10. originalissima!!!!!!!! Mi stai facendo sbavare davanti allo schermo!!!! adoro queste chiccherie salate!!! Ben fatto, carissima!
    buona domenica delle palme
    spery

    RispondiElimina
  11. Concordo con te!la mozzarella va mangiata così..ottima!!farei però un eccezione con i tuoi fantastici cannoli :D

    RispondiElimina
  12. Antonietta buona domenica,
    abbiamo visto da Francy - Burro e Zucchero un contest - che lei segnala nel post
    del 1 Aprile (un piatto che sembra dolce e invece non è o viceversa): questa tua ricetta secondo noi ne ha le caratteristiche...e come!!
    Puoi, se vuoi, approfondire!!
    Buona domenica delle palme
    e a presto le 4 apine

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. Antonietta ma questa ricetta è fenomenale!!! Sono incredula a quello che vedo! Già la bellissima foto della mozzarella mi ha fatto strizzare gli occhi -e lo stomaco :)- poi i cannoli.....che spettacolo!! Bravissima! Ahhhh comunque anche io faccio i km per mangiare la mia mozzarella di bufala preferita :) e hai ragione...si deve mangiare così...nuda e cruda :) ! Notte!!!! A presto, Anna.

    RispondiElimina
  15. Ciao Antonietta,
    concordo pienamente con te che la mozzarella deve essere mangiata cosi com'è e basta però devo dire che la tua idea del cannolo puo esser vista come un riciclaggio di quella avanzata, io però ho un problema. Non mi è mai avanzata e qui nel Veneto mi manca tantissimooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo.
    Complimenti e grazie sempre per quando passi dal mio blog.
    Mia cara sei una forza e vai sempre alla grande.
    Brava

    RispondiElimina
  16. Ciao Antonietta complimenti per questa ricetta e per la vittoria meritatissima, riuscire ad avere mozzarelle di qualità diventa sempre più difficile!

    piacere di fare la conoscenza del tuo blog!

    a presto
    loredana

    RispondiElimina
  17. Complimenti per la vittoria!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...