domenica 9 giugno 2013

Polpette di croste di parmigiano con salsa di cipolle




Anche questa ricetta è per la Parmigiano Reggiano Chef
La prima competizione internazionale di ricette online organizzata da Parmigiano Reggiano,
rivolta al pubblico in rete e a tutti i foodbloggers, accessibile attraverso una app raggiungibile sia tramite facebookhttps://apps.facebook.com/pr-chef  che attraverso il sito https://apps.parmigianoreggiano.it/prchef a cui tutti potranno partecipare presentando una ricetta che preveda il Parmigiano Reggiano tra gli ingredienti.
Il tema della gara è lo SmartCooking, una tendenza innovativa ispirata alle buone abitudini volta ad una maggiore valorizzazione del cibo attraverso la riduzione degli sprechi, la riscoperta di ingredienti dimenticati e il riutilizzo degli avanzi, con lo scopo di creare cultura in cucina.
Al termine del concorso, una giuria di cuochi esperti, appartenenti all’associazione Chef to Chef EmiliaRomagnaCuochi, selezionerà le trenta migliori ricette pervenute che saranno protagoniste del nuovissimo ricettario SmartCooking del Parmigiano Reggiano.

I PRINCIPI DELLO SMARTCOOKING .Le regole per creare cultura in cucina
RISPETTA. Cibo che sta per scadere? Non buttarlo via. Se non 
puoi cucinarlo subito offrilo in regalo agli amici o ai tuoi vicini.

RIDUCI. Non sprecare cibo vuol dire ridurre gli scarti e 
adoperarli in maniera intelligente, come nuovi ingredienti.

RIUSA. Non buttare via gli avanzi ma trasformali in nuove 
e gustose ricette.

RIPONI. Conserva gli alimenti in maniera corretta utilizzando 
sempre gli appositi contenitori o la pellicola trasparente. 
I cibi resteranno freschi più a lungo.

RIFLETTI. Guarda quali ingredienti hai già in casa, prima di decidere 
cosa cucinare. Scoprirai che magari non c'è nulla da acquistare.

RISCOPRI. Per le tue ricette prova a utilizzare ingredienti 
semplici e spesso poco usati.
RICORDA. Coinvolgi nel mondo dello SmartCooking anche genitori 

e nonni. Resterai stupito dai preziosi consigli che sapranno offrirti.


Quando ho letto di questa competizione gastronomica subito mi si è accesa una lampadina, tipo quella del manifesto della app, perché si sa, certe volte le idee ti arrivano all’improvviso, grazie ad abitudini che ti accompagnano da sempre, che le vedi come scontate e poi intravedi una proposta e ti dici: perché no?
Cercavo in me un’idea insolita e originale.
Le croste di parmigiano per me sono state sempre una tentazione irresistibile; da piccola, quando la mamma le metteva nella pasta e patate o nel minestrone era la prima cosa che cercavo per poi mangiare. Ero affascinata soprattutto da quella alchimia misteriosa che trasformava uno scarto duro e inutile in una vera leccornia: morbida e corposa, amavo più l’esperienza della nuova scoperta che il piacere del gusto fine a se stesso.
Ma tutto ciò lo vedevo superato: la crosta doveva essere la protagonista della mia ricetta!!!


Ingredienti
Polpette
200 g di croste di Parmigiano Reggiano
300 g di pane raffermo
4 uova
Uva passa
Pinoli
Pepe
Prezzemolo
Aglio
Fiocchi di patate
Pangrattato
Olio evo
Salsa di cipolle
1 cipolla dorata
30 g di burro
100 ml di latte
1 cucchiaio di farina
Sale
Noce moscata


Preparazione
Pulire le croste di Parmigiano con una spazzolina sotto acqua corrente, poi senza asciugarle avvolgerle in un telo umido e riporle in una bustina da frigo chiusa per un paio di giorni.
Trascorso questo tempo, ridurle a dadini piccoli e frullarle in un mixer fino ad ottenere delle piccole briciole.
Trasferirle in una ciotola, aggiungere il pane precedentemente ammollato e strizzato, le uova, il pepe, l’aglio tritato finemente e il prezzemolo spezzettato. Impastare con le mani e se occorre, aggiungere gradualmente dei fiocchi di patate fino ad ottenere la consistenza desiderata.
Formare delle palline,appiattirle sul palmo della mano, mettere al centro un pizzico di pinoli e una passa, richiudere, compattando bene e rotolarle nel pangrattato; rosolarle brevemente in un filo di olio. Terminare la cottura in forno già caldo a 180° per 15 minuti.
Nel frattempo preparare la salsa.
Tritare la cipolla, rosolarla a fuoco dolce nel burro e farla caramellare. Aggiungere un filo di acqua, coprire e lasciar cuocere per 5 minuti. Stemperare la farina nel latte tiepido, aggiungere il sale e la noce moscata, e versare il composto nelle cipolle. Cuocere fino a raggiungere la densità di una besciamella e frullare poi con un mixer ad immersione . Coprire e tenere in caldo.
Quando le polpette sono pronte, versare un po’ di salsa a specchio nel piatto, adagiare le polpette e nappare con altra salsa.



Note personali:
-In mancanza dei fiocchi di patate si può usare il pangrattato, con la stessa procedura.
-La salsa è tipo besciamella; chi non ama la cipolla, può accompagnare le polpette semplicemente con questa salsa, sostituendo l’ortaggio con del Parmigiano Reggiano.
-Volutamente ho omesso il sale nell'impasto delle polpette, perché le croste posseggono di per sé una sufficiente sapidità



7 commenti:

  1. Ciao! da fb a qui attirate dalla sfiziosità delle tue crocchette! semplici e gustose con il sapore del parmigiano a farla da padrone!
    particolarissima, ma molto azzeccata la cremina di cipolle! ce ne ricorderemo!
    bacioni

    RispondiElimina
  2. 'E scorz'è parmigian....una prelibatezza, come la salsa di cipolle che completa queste belle polpette!

    RispondiElimina
  3. spettacolari le croste di parmigiano, anche mia madre le metteva nelle minestre per insaporirle... bellissima idea quelle di utilizzarle per queste polpette strepitose bravissima :) Bacio

    RispondiElimina
  4. che idea appetitosa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. Questa sì che è una trappola nella quale cadrei volentieri....direi che ti si è accesa la lampadina giusta!!!;)))


    Molti saluti liguri

    Fabiana

    RispondiElimina
  6. Bella idea! Anch'io adoro le croste di parmigiano nel minestrone ;-)

    RispondiElimina
  7. Un'altra ricetta geniale, cara Antonietta! le croste di parmigiano rappresentano proprio la quintessenza del "non si butta via niente" e tu le hai utilizzate in modo originale, dando a queste polpette un gusto sicuramente unico! veramente bravissima, direi che un posto nel ricettario te lo sei aggiudicato con questa ricetta perfetta!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...