mercoledì 6 giugno 2012

Fusilli al Bitto con zucchine e lardo




Oggi un grande primo fatto con prodotti semplici ma eccellenti
Tutto è iniziato con un pacco di pasta che mi ha regalato il mio amico Salvio Cimmino, distributore di prodotti dell’area del Parco Nazionale del Vesuvio. L’alimento più semplice, fatto con soli due ingredienti,buono anche da solo, mi ha ispirato a comporre un piatto abbinandoci delle zucchine freschissime con il loro fiore, appena colte, e il Bitto.
Il Bitto è un formaggio Dop, presidio Slow Food, della Valtellina e più precisamente delle zone adiacenti l’omonimo fiume. Dal sapore dolce e delicato, con i profumi tipici dell’Alpeggio, è un formaggio dalla pasta tenera e fondente, con una leggera occhiatura (occhio di pernice), di un colore bianco tendente al paglierino, a seconda della stagionatura che può arrivare fino a 10 anni. Prodotto con latte di vacca appena munto a cui viene aggiunto del latte di capra Orobica, una razza autoctona in via d’estinzione.
E’ l’ingrediente principe dei Pizzoccheri alla Valtellinese e della Polenta Taragna; ma io l’ho “scomodato”, facendolo arrivare nella mia amata Campania, alle falde del Vesuvio dove ci sono prodotti dai sapori genuini e intensi.


Ingredienti
500 g di fusilli lunghi
150 g di Bitto
5 zucchine
5 fiori di zucchine
100 g di lardo
1 scalogno
Sale


Preparazione
Per cuocere la pasta è necessario utilizzare almeno 2 litri di acqua. Mettere sul fuoco e nel frattempo procedere con il condimento.
Tritare lo scalogno finemente, tagliare il lardo a dadini e mettere tutto in un tegame a fuoco dolce e coperto fino a quando il lardo cede il suo grasso e lo scalogno si appassisca senza mai bruciare.
Quindi versarci le zucchine precedentemente tagliate a julienne, salare coprire di nuovo e lasciar cuocere per 10 minuti. Nel frattempo, quando l’acqua bolle, calare la pasta, salare e far cuocere.
Pulire i fiori di zucchina e tagliarli a strisce. Tagliare il Bitto a dadini.
Quando la pasta è ancora al dente, scolarla, conservando un po’ di acqua di cottura, trasferirla nel tegame con le zucchine, mantecare per 1 minuto, se occorre aggiungere altro liquido, spegnere e aggiungere i fiori di zucchina e il Bitto. Mantecare ancora finché il formaggio si sciolga, impiattare e servire.




8 commenti:

  1. Che dire!!!Un Primo piatto con i fiocchi, questa volta cara Antonietta sono eccellenti anche le foto.
    Quelli sono i famosi fiori di zucca che mi parlavi????
    A Presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono severa con me stessa a giudicarmi quando preparo una ricetta,ma stavolta devo dire:buoni,buoni,buoni!

      Elimina
  2. Adoro questo formato di pasta e mi piace da matti il modo in cui l'hai condita!! :-))
    Bacioni cara, è sempre un piacere passare da queste parti!

    RispondiElimina
  3. ciao Antonietta,
    una ricetta BELLA!!!!
    Le foto fanno sentire il profumo di questi fusilli: sono bellissime.
    Il tuo blog è sempre più curato... come diciamo noi "come un bambino piccolo" complimenti!!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  4. mamma mia, squisita..complimenti...

    RispondiElimina
  5. Bellissima ricetta Antonietta! sai esaltare al meglio non solo i prodotti dell'eccellenza campana ma anche quelli delle altre regioni! le foto bellissime, rendono bene la cremosità e la squisitezza del piatto! bacioni!!

    RispondiElimina
  6. Molto buone, lo so per certo

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...