sabato 7 giugno 2014

Babà salato

Si è appena conclusa da una settimana la mia avventura con l'Mtc che mi ha visto prima vincitrice con la minestra maritata e poi come giudice delle numerosi interpretazioni del babà che ho dato io come ricetta pista.
Per chi ancora non conoscesse l'Mtc, cerco di spiegarlo brevemente. 
E' una sfida gastronomica tra blogger, aperta anche a chi ha voglia di mettersi in gioco pur non avendo un blog,che si ripete ogni mese.
Il vincitore del mese propone la ricetta o l'ingrediente  che diverrà poi il tema della sfida del mese. Ogni partecipante propone poi le sue interpretazioni personali che verranno poi "giudicate" dal vincitore che decreterà il nuovo vincitore il quale a sua volta darà il nuovo tema.
Ma oltre le interpretazioni, oltre la ricetta in se, sul blog dell'Mtc c'è molto altro. Il tema trattato in maniera trasversale, con altre ricette ( nel caso del babà, i lievitati dolci) interviste a esperti, il filo diretto dover avere chiarimenti, i tips and tricks, che vanno oltre suggerimenti e trucchi ma si rivelano una vera scuola di cucina, trattati con competenza e cura.
Personalmente ritengo che l'Mtc più che una sfida con altri con cui competere è prima di tutto una sfida con se stessi, perché  mettendo in gioco le proprie conoscenze e competenze si ha la possibilità di imparare e di attingere tanto.
E' un'esperienza che auguro a tutti.
Poi quest'anno c'è anche una gran bella novità.Il vincitore con la sua ricetta che propone per la sfida, viene ospitato sulla rivista A Tavola!
Ditemi voi se non è una bella esperienza da fare? 
Dopo la versione dolce, il classicissimo babà, non potevo non proporvi anche la mia versione salata; è un po' bruttino da guardare, perché non può essere abbellito, decorato e lucidato come l'altro però mi auguro che sia gradito ugualmente.


Ingredienti
500 g di farina
3 uova
150 ml di latte
50 g di burro
50 g di strutto
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
10 g di lievito di birra
150 g di salame
150 g di provolone
Lievitino
Sciogli il lievito di birra con 70 g di latte tiepido e 1 cucchiaino di zucchero e impastali con 100 g di farina, tutti presi dal totale degli ingredienti. Lascia lievitare fino al raddoppio, coprendo la ciotola con un telo umido.
Primo impasto
Versa in una ciotola il resto della farina (400 g), fai la fontana, versaci il lievitino e le tre uova. Impasta schiacciando ripetutamente nella mano l’impasto per amalgamare le uova e aggiungi un cucchiaio alla volta di latte per ammorbidirlo un po’, man mano che ne senti la necessità, facendo attenzione a non renderlo molle; poi impasta energicamente, sbattendolo verso la ciotola per una decina di minuti. Copri e lascia lievitare fino al raddoppio.



Secondo impasto
Aggiungi all'impasto ormai lievitato la sugna e il burro ridotto a pezzettini e lasciato a temperatura ambiente per una decina di minuti. Impasta per 5 minuti nella ciotola, poi ribalta l’impasto su un piano da lavoro e inizia a lavorare energicamente piegandolo e sbattendolo più volte per 15/20 minuti. Quando inizierà a staccarsi dalle mani e vedrai l'accennarsi delle prime bolle appiattiscilo delicatamente e distribuisci sopra il salame e il provolone ridotti a piccoli pezzi. Amalgamali all'impasto continuando sempre con la tecnica delle piegature fino a distribuirli uniformemente.
Stacca delle palline e sistemale nello stampo preventivamente imburrato e lascia lievitare coperto con un telo umido fino a triplicare di volume.
Accendi il forno a 220°,inserisci una teglia con dell'acqua calda,raggiunta la temperatura, abbassa a 200°, inforna, dopo dieci minuti estrai la teglia e cuoci per altri 25/30 minuti. Controlla la cottura ed eventualmente copri con un foglio di alluminio per evitare alla superficie di scurire. Spegni e lascia in forno altri dieci minuti poi sforna, estrai il babà dallo stampo e lascia raffreddare appoggiato su un telo da cucina



Varianti Il salame e il provolone puoi sostituirli secondo i tuoi gusti. Il salame con prosciutto cotto o pancetta o magari fare un misto dei tre tipi. Così anche con il provolone: svizzero, caciocavallo o parmigiano.

10 commenti:

  1. E mi sembrava che il babà dolce era troppo limitante. Anche questo salato mi sembra buonissimo! Se un giorno mi desse di volta il cervello potrei anche provare a farlo: una volta fatto 30, possiamo anche fare 31 ah ah ah!!!
    Riguardo all'MTC, hai proprio ragione. Io ho iniziato poco più di un anno fa, quando cominciavo a muovere i miei primi passi in cucina; la sfida non era contro i partecipanti, ma contro me stesso. E continuo a partecipare con la viva speranza di NON vincere mai, ma di riuscire a fare cose che mai mi sognerei di fare! Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. complimenti per questo babà salato, del quale ignoravo l'esistenza...l'aspetto è davvero invitante e dalla foto si vede chiaramente una consistenza che denota una lievitazione perfetta:)) sicuramente è buonissimo..lo devo assolutamente provare, grazie mille per la ricetta:))
    baci e buon fine settimana:)
    Rosy

    RispondiElimina
  3. Dopo le soddisfazioni provate con quello dolce, non potrò fare a meno di provare anche questa versione salata. Grazie per la ricetta!
    Buona domenica
    Giulia

    RispondiElimina
  4. Per me son giorni un po' concitati e mi scuso se passo solo ora: ma la tua generosità non ha confini e si nota anche da questa meravigliosa forma di congedo da un'esperienza che per me si rinnova ogni mese, ma che cambia, a seconda del compagno di viaggio. E con te, è stata un'avventura indimenticabile. Grazie infinite, ancora una volta!

    RispondiElimina
  5. Complimenti e chissà come dev'essere stato buono questo babà!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  6. a me sembra bellissimo oltre che goloso!

    Che belle le tue parole sull'mtc, sai è una sfida a cui mi piacerebbe molto partecipare ma alla fin fine resto sempre bloccata perché vedo che siete tutti bravissimi, mi limito a guardare e imparare, ma chissà che prima o poi non riesca a prendere coraggio. Buon lunedì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora fatti coraggio, perché in fondo è un gioco dove più che mostrare le tue abilità scoprirai in te una sorprendente voglia di imparare e condividere

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...