domenica 1 giugno 2014

MTC n 39; il vincitore è..................

Un anno intero non mi basterà per rileggere con calma tutti i post e fare tutte le ricette di bagne, creme, gelati, sciroppi e gelatine di cui ho preso nota sul mio quaderno dedicato all'MTChallenge, rubato al seienne di famiglia (sono organizzata, credevate che tenessi tutto su foglietti sparpagliati? Allora sbagliavate!). Un'avventura come questa mai l'avrei immaginata; io che sono un tipo che frequento poco i blog, ora come se avessi dovuto scontare una pena, sono stata sottoposta a questa piacevole ed emozionante legge del contrappasso, dove gli ho dedicato un mese intero della mia vita. Appena saputo della mia vincita avvisai in famiglia di lasciarmi stare fino a questo giorno e di non contare su di me; tutti si sono arrangiati, tranne il seienne, che in piena fase di perché mentre ero assorta a leggere e commentare, lui imperterrito continuava con le sue solite domande tipo: (dopo un discorso serio di giorni prima che il colombino dona il suo semino alla colombina....) mamma ma se la papera becca il semino dalla ciotola, i paperotti che nascono non sono figli di papà papero? 
Io ignara e distante, assente e indifferente e il diciasettenne ne approfittava per godersela con risposte tipo: sì è così, infatti quando sono nato io mamma mangiava tanti semi di zucca, e sono figlio solo di mamma. 
Con questo per dirvi che per l'MTC sono arrivata perfino a tradire quel mio principio di essere chiari con i bambini a tutti i costi, di dare sempre le risposte giuste nel momento giusto alle loro damande, anche quando queste sono imbarazzanti o premature. 
Ma siamo giunti al termine, depongo la mia veste di giudice, riprendo il grembiulone bordeaux, mettetevi comodi miei cari amici che arriviamo al vincitore........... 
Avrei voluto premiare ex-aequo un centinaio di ricette per l'equilibrio dei sapori e la perfezione negli abbinamenti, la maestrìa nell'esecuzione ma questo non si puo'; mi hanno rapita i sapori speziati, dove ho incontrato perfino il peperoncino,floreali, del sottobosco, delle erbe e della frutta passando per l'orto dove ho incontrato la lattuga; mi hanno rapita decine e decine di ricette solo per la perfezione dell'alveolatura dell'impasto; ho ammirato le ricette gluten free, perchè conosco la difficoltà che si affronta per arrivare all'incordatura; avrei ancora voluto premiare ex-aequo chi mi fa battere forte il cuore, perché quei loro babà più della bagna sono intrisi della nostra amicizia e proprio in virtù di questa hanno scritto dei post che mi hanno fatto letteralmente scorrere lacrime di emozione: Francy con la sua crema alla mozzarella, esattamente quello che avrei fatto io; Pasquale, che dice sempre di non aver pazienza con i dolci ma se l'è cavata brillantemente con la sua crema alla pastiera; Valeria, con la ricotta e pere-anche lei avrebbe voluto utilizzare la mozzarella ma non avendola potuta reperire, ha ripiegato sulla ricotta, e che felice e riuscito ripiego! ; Fabio e Annalù che con il babà hanno ricreato un Vesuvio in eruzione e con gli sbuffi di fumo; Spery con un babà semplice ma bello come lei, che ha fatto di questo dolce il suo vessillo e il suo segno distintivo, dando con questo, il nome al suo blog e che è stato sempre il fine pasto costante (preparato magnificamente da lei) delle nostre serate conviviali. 
Ma nonostante tutte queste motivazioni sentimentali, razionali, logiche; nonostante un quaderno intero pieno di appunti e citazioni; nonostante vicinanze con il mio mondo e il mio modo di fare... il mio pensiero costante, istintivo e inconscio andava sempre a lei, a Tiziana del blog L'ombelico di Venere!!! Dapprima con il suo Chery&Rose Babà e poi con il Babà al sambuco con crema alla fragola e gelatina allo zenzero. Un lavoro durato cinque giorni preparando sciroppo di ciliegio e sciroppo di sambuco per le bagne, pectina di mele verdi, acqua di rose, gelatina allo zenzero; dopo tutto questo lavoro mi sono meravigliata come non avesse preparato lei lo yogurt per la crema e come mai non avesse completato con ciliege sciroppate o caramellate anziché delle fresche. Ora restiamo solo in attesa della ricetta del liquore alle foglie di ciliegio selvatico, che le ha promesso la mamma della sua amica. 
Competenza, bellezza, equilibrio, amore, saggezza antica tutto racchiuso in queste sue preparazioni e tutto donato a noi con umiltà, chiarezza e semplicità! Una donna che mi ha rapita e che spero presto di poter abbracciare e aggiungere alla nostra tavolata di blogger.
Tiziana passandoti il testimone e come mi disse un mese fa chi mi ha preceduta, goditi questo momento, è tutto tuo! 
Da te ci aspettiamo ora una coccola golosa capace di arricchirci più di una scuola di cucina o di pasticceria.
Mi avete dato tanto, mi avete arricchita più di quanto io abbia fatto con voi, me ne esco con una nuova esperienza di vita che custodirò sempre tra i miei tesori più preziosi.
Grazie!!!

22 commenti:

  1. Sei stata bravissima Antonietta! Grazie ancora di cuore.

    RispondiElimina
  2. Antonietta innanzitutto grazie di cuore per la tua ricetta perché è stato davvero bello e rilassante impastare, incordare a mano. E' stata una soddisfazione enorme trovare una ricetta che finalmente fosse quella perfetta e credimi: non l'abbandonerò più. Avrei voluto fare milioni di versioni, peccato solo per il tempo che mi è mancato. Comunque grazie ancora!
    Sono felicissima della scelta che hai fatto perché Tiziana è proprio brava e meritava questa vittoria! :) Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Grazie Antonietta! per tutto quello che ci hai dato questo mese, per tutto quello che dai sempre attraverso il tuo blog. E' stata una sfida molto emozionante, che ricorderò sempre! e il tuo babà, è stato per me una vera scoperta, un dolce che rifarò spesso! un abbraccio forte, Francy

    RispondiElimina
  4. Che dire?? Riposati! Ci hai regalato una grande ricetta che resterà nel mio quadernetto pronta all'uso. Mi hai fatto rimettere le mani in pasta, abbandonando la planetaria...grazie: ora tocca leggerne un po' che questo mese mi sono presa un po' di vacanza! Un bacio cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cri ora tocca a me il mese di vacanza

      Elimina
  5. Non sono il primo e non sarò l'ultimo, ma anch'io ti voglio ringraziare! Sei stata fantastica in tutto, a cominciare dalla ricetta dettagliata e precisa che ci dai per il babà (anche a me è riuscito ottimamente al primo colpo) e poi per i commenti che pazientemente ci hai lasciato: senza dubbio un lavorone! Un grande abbraccio, Andrea

    RispondiElimina
  6. Brava Antonietta per averci invogliato a provare il babà e brava, bravissima a Tiziana per averci regalato una versione a dir poco favolosa!
    Ciao
    Silvia

    RispondiElimina
  7. Appena vedo zia Teresa glie lo dico.........
    A parte gli scherzi e' stato un bellissimo mese, sembrava che stavo sempre in guerra.MAi avrei immaginato di fare il giornalista per un giorno.Proprio io che trovo tanta difficoltà nella traduzione del dialetto in Italiano,
    Si perche' la mia prima lingua e' il dialetto e ne vado fiero.
    Grazie a te e di tutte le condivisini che facciamo oltre il blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A onor della cronaca,zia Teresa è mia madre, cugina di secondo grado di sua madre. Lei mi chiedeva di premiare Pasquale .Ma.......

      Elimina
  8. Una sfida indimenticabile.
    Grazie ancora Antonietta e complimenti per la scelta difficile sicuramente .
    E adesso corro da Tiziana.

    RispondiElimina
  9. Cara Antonietta, ti ringrazio anch'io di avermi dato la possibilita' di provare il tuo impasto perfetto. Ti confesso che ne ho provati 10 prima di arrivare al tuo perche' volevo trovare tutti i pro ed i contro, ma non ho avuto il tempo di postarli tutti. Magari per uno ci provero', quello di Cannavacciuolo, lasciato essicare cinque giorni prima di tuffarlo nella bagna per ottenere il perfetto effetto spugna. Grazie ancora di cuore e complimenti al profumatissimo baba' di Tiziana!

    RispondiElimina
  10. Antonietta grazie per questa sfida bellissima, per questo impasto speciale e per avermi fatto emozionare di nuovo.
    Complimenti per la tua scelta! Il Babà di Tiziana è bellissimo

    RispondiElimina
  11. Antonietta, grazie a te mi é passata la paura ai livitati e ho potuto sfogarmi impastado questa maraviglia di ricetta, ho scoperto di avere le bracceie da camionista!!! E ho scoperto che i dolci (ubriachi) mi piaciono assai!!!!! Grazie! E adesso vado da Tiziana a fari i complimenti!!!!!

    RispondiElimina
  12. Antonietta, grazie per questa bella sfida. All'inizio ero un po' perplessa ma grazie a te ho riscoperto un dolce buonissimo che avevo sempre sottovalutato. Ora che ho la tua ricetta, niente più babà della pasticceria (che qui non li sanno fare!). Bella anche la scelta della ricetta di Tiziana!un bacio, Chiara

    RispondiElimina
  13. Grazie grazie e ancora grazie per gli stimoli che ci hai dato...mi hai fatto sognare ...e mi son immedesimata in un dolce reale e superbo....con radici storiche importanti...un classico d'elitè...grazie per averlo reso cosi morbido e godurioso...ottimo con la bagna ma anche senza bagna scherza poco davvero!!! le tue dritte me le tengo gelosamente custodite ...perchè hanno fatto si che una cena diventasse perfetta grazie a questo dolce...perfetto!!! un bacio....e ci siamo accorte che ci hai coccolato e che ti sei dedicata a tutte noi!!! un bacio ai figli....soprattutto al seinne!!!

    RispondiElimina
  14. Quello che avevo da dirti ce lo siamo dette in privato e non posso che ribadirlo. E' stato bello e lo sarà ancora di più adesso che sei tornata dall'altra parte della barricata per poter vedere ancora una volta le meraviglie che escono dalla tua cucina ;-)

    RispondiElimina
  15. hai reso un mese speciale ed io fiera di averti conosciuta un po' meglio ora ti aspetto solo da me e porta il baba' ihihihih
    grazie ora ci andiamo a complimentare con tiziana

    RispondiElimina
  16. mica facile nè!!!! comunque grazie per la bellissima sfida che hai lanciato!!! ciaoo

    RispondiElimina
  17. Ti ringrazio per l'occasione che ci hai dato di provare una ricetta speciale e approvo in pieno la scelta della vinctrice.
    Giulia

    RispondiElimina
  18. Grazie ancora, Antonietta, per la ricetta con cui ci hai deliziato!!

    RispondiElimina
  19. Complimenti Antonietta e grazie ancora!
    In 40 anni non avevo mai fatto un babá... E ora, grazie a te, ho bissato dopo solo 7 giorni!!!!!
    Grazie!
    Ciao

    RispondiElimina
  20. Ogni qualvolta incappavo in una ricetta di Babà per l'MTC Challenge il mio pensiero volava a te con una sola domanda: "Come farà a scegliere LA ricetta???". Che lavorone e che emozioni: si leggono tutte nel tuo post! Complimenti!!!!!! :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...