sabato 11 aprile 2015

Di ciambelloni soffici, ghiribizzi, ghirigori e chiacchere a colazione


 

Titolo bizzarro e forse anche un po’ capriccioso per definire un ciambellone, ma questa, in poche parole, è la storia che sta dietro a questo dolce.
E’ l’evoluzione di un semplice ciambellone al limoncello.
Fragrante, morbio, coccoloso.
Una gioia per il cuore e il palato.
Ma c’è sempre qualcuno perennemente insoddisfatto di tutto, che nonostante opere che rasentino la perfezione, ci deve aggiungere il suo, la sua proposta che, a suo dire, può completare l’opera.
E allora, di fronte a sbuffi di zucchero a velo e tazze fumanti di orzo e di caffè, arriva tonante: “aggiungici del cacao, fallo bicolore”.
Soddisfo la proposta, nell’arco di dodici ore l’opera è presto fatta, sforno, sformo, spolvero, taglio la fetta e con la meraviglia  di occhi curiosi ci si ritrova di fronte a un perfetto ghirigoro nato da un ghiribizzo di un uomo-bambino goloso di cioccolato.

 
Ingredienti
500 g di farina
500 g di zucchero
4 uova
120 ml di olio di semi
120 ml di latte
120 ml di limoncello
1 bustina di lievito in polvere
1 pizzico di sale
30 g di cacao
1 cucchiaio di zucchero
Burro e farina per lo stampo
Zucchero a velo per spolverare

Sgusciare le uova aggiungere lo zucchero e montare con le fruste elettriche fino ad avere una massa gonfia e spumosa. Setacciare la farina e incorporarla con una spatola alternandola con l’olio e il latte.
Aggiungere il lievito e il sale, incorporarli all’impasto e alla fine aggiungere il limoncello.
Versare metà impasto in un’altra ciotola, aggiungere il cacao e un cucchiaio di zucchero e incorporare bene fino a sciogliere tutti i grumi.
Versare l’impasto bianco in uno stampo alto a ciambella di 24 cm di diametro, precedentemente imburrato e infarinato, versarvi poi sopra quello al cacao in maniera uniforme.
Infornare a 180° e cuocere per un ora, facendo la prova stecchino.
Spegnere e l sciare in forno ancora una decina di minuti con lo sportello socchiuso.
Una volta raffreddato sformare e spolverare con zucchero a velo.


Note personali
In superficie, prima di infornare a volte io ci aggiungo delle gocce di cioccolato o dello zucchero di canna.
Perché i ghirigori? La massa al cacao è più pesante di quella bianca per cui dalla superficie scendendo al centro del dolce forma questi motivi arabeschi.
Talvolta sono come quelli in foto, una curva nello stesso verso, altre volte può capitare un doppio giro.
Da provare anche senza l'aggiunta di cacao e zucchero

21 commenti:

  1. Strepitoso questi ciambellone Antonietta, splendidamente lievitato e tanto goloso, complimenti!!!!!

    RispondiElimina
  2. Assolutamente delizioso! Viva la semplicità, davvero!
    Un abbraccio Antonietta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le cose semplici mi danno più soddisfazioni

      Elimina
  3. Alto e sofficioso. E' inevitabile che si chieda di aggiungere e sperimentare. E poi le cose al cacao hanno sempre un loro fascino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i miei mangerebbero sempre cioccolata, per cui è inevitabile accontentarli

      Elimina
  4. Adoro i ciambelloni, quando inizio a mangiarlo non smetterei mai e infatti ogni volta cerco di fare qualche variazione!!! L'aspetto è davvero bello e il motivo che si crea è proprio bello!!!! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tiziana, sinceramente ho intenzione di dedicare una pagina del mio blog al ciambellone in tutte le sue declinazioni

      Elimina
  5. eh si c'è sempre qualcuno in casa che ci mette la pulce nell'orecchio
    ed in questo caso è proprio giusto
    ottimo questo è il classico ciambellone della nonna ma con quel tocco in più è davvero speciale ....
    p.s. su fb non mi troverai più ....putroppo non mi riconosce ne' come peccati di dolcezze ed il mio cognome madonna dice che è una bestemmia 0.o .... ihiihihiihihi tutte a me !!!!! se hai tempo lo dici nel gruppo dell'mtc? grazie antonietta un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veronica mi dispiace davvero tanto per FB!!!
      Reinserisciti di nuovo con un altro nome e cercando i vecchi contatti
      Ora corro sul gruppo dell'MTC e avviso tutti.
      Stamattina ti ho vista nella trasmissione (digitale terrestre) di Alice "Indovina chi viene a cena":strepitosa, fantastica, bellissima e una bravura e una disinvoltura da invidiaaaaa

      Elimina
  6. E' bellissimo il risultato, un po' meno quando chi a casa ha sempre l'ultima parola.
    Ogni tanto mi succede che il marito accenni un ' ma io ci metterei ' e allora prima scattano gli guardi fulminei, poi il cervello inizia a ragionare sulla proposta e alla fine mi metto a ridere, pensando che è colpa mia se sta diventando così bravo nell'apprezzare e valutare quel che mangia ;)
    Però direi che se questo risultato è così intrigante e bunoo non credo che l'alternativa monogusto sia da meno !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quell'ultima parola è uno stimolo per la creatività!!!

      Elimina
  7. Ma che meraviglia il tuo ciambellone.. e il ghirigoro sembra fatto apposta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte mi escono ghirighori che sorprendono anche me

      Elimina
  8. già perfetto così, con l'aggiunta del cacao è diventato fantastico!!! Un fetta che fa "innamorare"... :))) Ciao!

    RispondiElimina
  9. ma che spettacolo sembra sofficissima......bravissimaaa

    RispondiElimina
  10. Beh al taglio ha un aspetto davvero fantastico!!!

    RispondiElimina
  11. deliziosamente goloso questo ciambellone!
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  12. da come è fatto dentro si vede la bontà del ciambellone, bravissima

    RispondiElimina
  13. Bellissimo, altissimo, levissimo!!! Ahahaha! (Scusa, mi è venuta così 😂)
    Davvero stupendo il ghirigoro, ma lo zucchero? Davvero 500 grammi? Sembra tantissimo

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...