mercoledì 5 settembre 2012

Fusilli alla crema di mozzarella di bufala



Seconda ricetta ideata per il contest di Atmosfera Italiana, Ricette estive leggere, con la pasta integrale Benedetto Cavalieri e i piattini per finger food.
Scoprire questa pasta integrale è stato un piacere: un intenso profumo di grano, dall’apertura del pacco fino alla composizione del piatto finale. Buona da sola, appena scolata, senza sughi né altri condimenti; così mi piace la pasta, per sentire il suo sapore deciso, rustico e avvolgente.
E così in purezza l’ho adagiata su una delicata crema di mozzarella e decorata poi con dei dadini di pomodoro, per esaltare il suo inconfondibile sapore.


Ingredienti
250 g di mozzarella di bufala campana dop 
100 g di panna
10 pomodori perini
3 acciughe salate
Origano
Sale
Aglio
Olio evo



Preparazione
Cuocere la pasta in acqua salata, scolarla, raffreddare sotto acqua corrente e lasciarla scolare.
Tagliare a dadini la mozzarella, unire la panna e mixare con un frullatore a immersione; mettere in un tegame e scaldare a 40°. Trasferire il composto in un frullatore e azionare prima a intermittenza e poi di continuo fino ad ottenere una crema omogenea e vellutata. Mettere a raffreddare in frigo.
Nel frattempo tagliare i pomodori a dadini piccoli, aggiungere le acciughe diliscate e dissalate, condire con sale, origano, una punta di aglio tritato e olio.
Per comporre i piattini: mettere una cucchiaiata di crema di mozzarella sul fondo, adagiare sopra 3 fusilli e infine i dadini di pomodoro. Completare con un giro di olio.



 Con questa ricetta partecipo al contest di Atmosfera Italiana


29 commenti:

  1. Cosa non sei capace di fare con una mozzarella.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse nel mio sangue scorre latte di bufala

      Elimina
  2. La regina della Mozzarella, concordo con Valeria, con questo ingrediente hai una creatività superlativa.
    A Presto

    RispondiElimina
  3. Spettacolare!
    una ricetta fantastica che mi piacerebbe assaggiare!
    a vedere come hai saputo trasformarla in modo così originale mi dispiace un pò aver rinunciato all'acquisto della pasta Cavalieri mentre ero in Puglia..
    in bocca al lupo per il contest!!
    bacioni, Francy

    RispondiElimina
  4. In bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  5. Da ingredienti semplici e genuini come questi,nascono capolavori che deliziano il palato. Cadranno come pere cotte nella tua "TRAPPOLA" ;-))

    Un forte abbraccio.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti il mio obbiettivo, nelle ricette che eseguo, è quello di usare sempre pochi ingredienti.
      Un abbraccio anche a te!!!

      Elimina
  6. Una favola, belli e buoni i tuoi piattini. Ciao.

    RispondiElimina
  7. Ecco, la crema di mozzarella di bufala e' una cosa che nn ho mai provato a fare... proverolla!!! Grazie dello spunto!!!

    RispondiElimina
  8. Scusa Anto' ma e' necessaria sta Panna????????

    RispondiElimina
  9. spettacolare questa ricetta!mi piace moltissimo, anche la presentazione!!ciao.

    RispondiElimina
  10. Che ricetta!!!!!che visione!!!!Sei sempre incredibile!!!Un bacione Anto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yrma cara, un bacione anche a te, e ti aspettiamo!!!

      Elimina
  11. Bellissima presentazione! Grazie per averla condivisa con noi..

    RispondiElimina
  12. Ciao! decisamente una crema alternativa questa, ma che ci segnamo anche noi passo passo per riproporre!
    bacioni

    RispondiElimina
  13. si anch'io voglio appuntare questa crema che, come base a questi finger, risulta essere una piacevolissima base
    :)
    grazie
    Cla

    RispondiElimina
  14. Ciao Antonietta,

    vorrei provare la tua ricetta e volevo farti una domanda.
    Quando parli di "panna" intendi quella da cucina, quella fresca o quella da montare (non zuccherata)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parlando di panna intendo sicuramente quella fresca,un po'difficile da trovare.
      Io ho la fortuna di lavorare in un caseificio, per cui quando mi occorre me la faccio mettere da parte direttamente dai miei colleghi.
      Ma va vene anche una panna pastorizzata a lunga conservazione, quella che si può usare sia per i dolci che per i salati

      Elimina
  15. Grazie Mille Antonietta!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...