lunedì 14 gennaio 2013

Crostatine al cioccolato e crema di nocciole


Quest’anno alla mensa dell’asilo una grande novità;tre volte a settimana, al posto della frutta il dolce, guardo il menù e noto che danno a giorni alterni la crostata alla frutta, frutta di stagione,torta di mele.
Io, maniaca dell’autoproduzione e del fai da te, subito ho pensato a dolci freschi e fragranti sfornati dalle cucine della scuola., trasalendo di gioia e soddisfazione e felice di far parte di un comune all’avanguardia…….però troppo bello per essere vero.  
Poi, quando il mio pupo di cinque anni  torna a casa e tira fuori dallo zainetto una crostatina alla marmellata, di una marca molto commerciale, che una confezione da otto pezzi te la fa pagare solo un euro e cinquanta, e mi dice:” tieni mamma, che io non la mangio questa”, li mi rendo conto che sono sempre la solita ingenua e che il mio metro di misura sono sempre i miei sogni e le mie speranze.
Poi ribatte: gliel’ho detto alla maestra che le crostatine me le fai tu!
Poi, ancora, con occhi languidi a cui nessuna mamma potrebbe resistere: mamma mi fai le crostatine al cioccolato?
Eccolo il golosone, che tattica! Approfitta della mia titubanza riguardo la qualità di quella crostatina e ci prova a chiedermi l’ennesimo dolce al cioccolato.
Lui,piccolo promotore e fautore del Budino al cioccolato, lui che si sveglia con pane e cioccolata e si addormenta con una barretta di cioccolato al latte, lui che festeggerebbe tutti i compleanni di famiglia solo con torte al cioccolato, lui che ama tanto la Befana perché porta quelle calze piene di cioccolata, con questa richiesta si è mantenuto fedele al suo credo, soggiocandomi per l’ennesima volta.
Ed eccomi ad accontentarlo!
Crostatine appena sfornate, sente l’odore e corre a vedere, esclamando:le mie crostatine! Ed io gli raccomando di aspettare perché scottano e lui, con la sua piccola grande consapevolezza, sa attendere.
E qui arriva un’ennesima scena teneramente comica. Poiché in casa erano da poco terminate le pulizie, arrivo io con la sua ambita e desiderata crostatina, ormai raffreddata, e con una tovaglietta che gli appoggio sulle gambe mi raccomandando con lui di mangiare seduto in modo da poter raccogliere tutte le briciole.
Che tesoro, come si gode beatamente quel suo dolcino sul divano!
Mi chiama, arrivo, si alza e agita in alto la tovaglietta dicendomi: “guarda ho finito e le briciole sono tutte qui”, mentre le briciole, come polvere di stelle, scendevano sul divano, sul tappeto e sul pavimento!


Ingredienti per 10 crostatine

Pasta frolla
250 g di farina 00
150 g di burro
150 g zi zuccheo
1 uovo
1 cucchiaino di Miele di Limone Rigoni
5 nocciole
Crema
200 g di cioccolato fondente al 70%
200 g di panna fresca
2 cucchiai di Nocciolata Rigoni

Preparazione
Si può procedere alla preparazione della pasta frolla nel modo classico, a mano, ma io ho usato il robot da cucina.
Mettere nel boccale grande il burro e azionare per ammorbidirlo, rendendolo cremoso; aggiungere lo zucchero, il miele e le nocciole sminuzzate e lavorare per 3 minuti, finché le nocciole non risultino ben tritate e amalgamate all’impasto.
A questo punto aggiungere l’uovo e montare per altri 2 minuti.
Versare la farina e lavorare finché non si forma una palla. Prelevarla, eventualmente raccogliere anche l’impasto rimasto sul fondo, avvolgere in una pellicola e lasciar riposare in frigo per 20 minuti.
Nel frattempo preparare la crema. Mettere in un pentolino la panna, aggiungere il cioccolato spezzettato e far sciogliere a fuoco dolcissimo. Spegnere, aggiungere la Nocciolata e girare finché non risulti una crema omogenea e ben amalgamata.
Prendere la pasta frolla dal frigo e stenderla tra due fogli di carta da forno, predentemente infarinata da entrambi i lati.
Con gli stampini capovolti ritagliare la pasta frolla e rivestirli; riempirli con una cucchiaiata di crema e rifinire con le striscioline di pasta formando la classica griglia da crostata.
Cuocere in forno preriscaldato a 170 gradi per 15 minuti, finché non assumono un bel colore biscottato. 


19 commenti:

  1. queste crostatine sono sublimi!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Solo per i piccoli?????
    Questa crostata e' un ottima base per una buona colazione.
    :-=)

    RispondiElimina
  3. Beh, te ne rubo virtualmente una per la mia Lulu'!!! Goduriose!
    Un bacio
    Spery

    RispondiElimina
  4. Un racconto bellissimo! Appena ho visto le tue crostatine ho subito pensato ai miei bimbi...magari le maense scolastiche facessero dei dolcetti così, invece non possiamo prtate i dolci preparati da noi nemmeno il giorno del compleanno!! Che tristezza... il tuo bambino è adorabile... ti copio la ricetta e ti faccio sapere come è andata. A presto da Emanuela di Ricami di pastafrolla.

    RispondiElimina
  5. E ti credo che tuo figlio mangia solo le tue!! deliziose crostatine con la nocciola nell'impasto, queste le provo! purtoppo non ci si può far troppe illusioni sulla qualità del cibo nelle scuole l'importante che monitoriamo quello che mangiano e cerchiamo di dar loro cose sane a casa!
    e so che anche tu la pensi come me e che a casa tua si mangia sano e gustoso!
    un bacione

    RispondiElimina
  6. Una merenda perfetta, complimenti.

    pastaenonsolo.blogspot.it

    RispondiElimina
  7. hai un bimbo saggio cara sei fortunata, sento sempre invece le mie amiche mamme che si lamentano che i loro bimbi mangiano solo le briosce confezionate, che peccato con le schifezze che contengono....brava brava brava cara mia e mi aggiungo alle tue lettrici, ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
  8. mamma cosa vedo troppo buone ed i bambini queste le adorano per me i ricordi delle crostatine mulino bianco ^.^

    RispondiElimina
  9. caspita sono perfette, da bambino erano l'unico dolce che mangiavo fino ad ingozzarmi, d'altronde a quei tempi non è che trovavi altro a parte i buondì motta che io odiavo.
    Brava Tonya ho un'altra idea per jeremy il Golosone del cioccolato.
    Bacioni Guerino

    RispondiElimina
  10. Queste crostatine sono stupende....che fame...!!!;i sono unita ai tuoi followers!!

    RispondiElimina
  11. AHAHAHAHHA le briciole che piovono ovunque un dejà vue....
    Arrivo per caso al tuo blog e devo farti i complimenti, mi piace un sacco! Le crostatine sono perfette, chissà che buone!

    RispondiElimina
  12. Lo sai che.....sono il mio dolce preferito? Io vivrei di crostate!!!!!E se vengono dalle tue mani esperte..non oso immaginare la bontà!!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. sono delle crostatine ch emi piacerebbe avere a colazione la mattina, interessante quella frolla con miele e nocciole

    RispondiElimina
  14. Ricordano quelle di una famosa marca...ma sembrano pure più buone!
    un bacione

    RispondiElimina
  15. Me encanta esta receta! La probaba encantada!
    Ana de JUEGO DE SABORES

    RispondiElimina
  16. ... e chiamala grullo il tuo bambino!!!.. ci credo che le crostatine finte non le mangia, guarda che roba che gli fai tu! tanto precise che sembrano fatte a macchina..... come vi invidio voi precisi!
    baci e abbracci
    SANDRA

    P.S. me ne fai un paio anche a me per andare al lavoro? io le mangio volentieri!

    RispondiElimina
  17. bel racconto, ti fa venire voglia di addentare subito queste bonta'! ma perche' proprio miele e nocciolata rigoni?
    c'e' qualche motivo particolare? vedo anche il link! fossero stati almeno prodotti campani, lo avrei capito visto che nel blog ho notato che sei attenta alle tradizioni ed ai prodotti tipici. la mia e' una semplice curiosita'.
    ciao
    p.s. mi piace tantissimo il titolo del tuo blog....la "trappola" golosa....come hai ragione!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...